Sedili antiabbandono e seggiolini auto, la normativa

In estate l’auto lasciata sotto il sole o comunque all’aperto per tante ore rischia di diventare rovente. E pericolosa, soprattutto per i bambini lasciati accidentalmente in macchina. Ecco perché una recente normativa obbliga l’adozione di un seggiolino o di un dispositivo antiabbandono e prevede delle sanzioni in caso di non adozione.

Qui riportiamo le multe e facciamo assieme un ripasso sui seggiolini da montare in auto prima di andare in vacanza con i nostri bimbi.

Seggiolino anti abbandono, multe

La nuova legge è entrata in vigore il 7 novembre 2019, mentre le multe in caso di inadempienza sono attive dal 6 marzo 2020. Chi non rispetta l’obbligo rischia dagli 83 ai 333 euro di multa e 5 punti della patente.

Il Governo ha stanziato un fondo per l’acquisto di dispositivi anti abbandono per un contributo o un bonus di circa 30 euro a dispositivo.

Seggiolini auto per bambini

Per circolare in Italia, l’ovetto auto deve essere omologato secondo le normative vigenti e deve presentare il codice ECE R44-03.R44-03. Se il seggiolino non è omologato si rischiano multe da 81€ a 323€, oltre alla riduzione di 5 punti sulla patente.

Esistono diversi modelli di seggiolini tra cui scegliere in base all’età e alle dimensioni del bambino. Ecco qualche esempio:

  1. Navicella – per i bambini da 0 a 10 kg, più o meno fino a 9 mesi di età, si monta sul sedile posteriore
  2. Ovetto – per i bambini da 0 a 13 kg, fino a circa 15 mesi di età, va montato sul sedile posteriore in senso contrario alla marcia
  3. Seggiolino – per i bambini da 9 a 18 kg, fino a circa 5 anni di età, può essere montato anche sul sedile anteriore ma disattivando l’airbag
  4. Seggiolino più grande – per i bambini da 15 a 25 kg, fino a circa 6 anni di età, può essere fissato sul sedile anteriore ma disattivando l’airbag
  5. Alzaposto – per i bambini fino a 12 anni, si usa con la cintura di sicurezza normale e si può montare anche davanti ma sempre disattivando l’airbag